• Benvenuti su BlaWalk

COME SCEGLIERE LE CIASPOLE GIUSTE

Ciao a tutti, sapete come scegliere le ciaspole giuste? Oggi vi do tutte le risposte cercando di chiarirvi ogni dubbio. Partiamo dicendo che quando parlare di ciaspole, racchette da neve, ciaspe o ciastre è la medesima cosa.


3386a5cbe8-20190120101430.jpg


Modelli e marchi ce ne sono tantissimi. I più noti sono i seguenti: MSR, Baldas Ferrino, TSL, Tubbs.

In questo articolo, cercherò di darvi delle indicazioni per acquistare una ciaspola medio buona, escludendo i modelli basici. Parliamo di ciaspole dai 100 ai 200 euro.

A tal proposito valutate se acquistarle o noleggiarle. Calcolate che se fate 4/5 ciaspolate all’anno forse vi conviene noleggiarle. Il costo del noleggio in media per una giornata va dai 5 ai 10 euro. Una ciaspola vi durerà parecchi anni. Calcolate che quasi tutti i pezzi sono sostituibili.

Sono strumenti comunque fatti per durare.

Partiamo da un quesito: a cosa servono le ciaspole? Ricorda che le ciaspole servono a galleggiare sulla neve permettendoti di faticare meno. Le ciaspole non vanno usate per pendii ripidi e non sostituiscono i ramponi classici da alpinismo. Sono uno strumento fantastico per fare delle fantastiche escursioni nei fondivalle o lungo sentieri non troppo ripidi.


6bb8293039-20190120111714.jpg

Si fa fatica a ciaspolare? Dipende. Su neve ghiacciata e compatta non molto ma su neve fresca, asciutta e abbondante fidatevi…si suda alla grande. Ciapolare è però fantastico, ti senti libero, a forte contatto con la natura e fatta la spesa iniziale non hai ulteriori costi.

Calcolate che rispetto a una normale escursione il vostro consumo energetico aumenterà di circa 25/30%. Inoltre il classico sentiero estivo percorso in inverno potrebbe risultare molto più faticoso o addirittura non percorribile con la neve.

Cosa devi tener conto quanto scegli una ciaspola? Eh, ci sono vari aspetti ma i principali sono i seguenti:

  • 1)MATERIALE
  • 2)FORMA
  • 3)RAMPONI
  • 4)ALZATTACCO
  • 5)ATTACCHI
  • 6)CHIUSURE

LA SCELTA DEL MATERIALE

Le ciaspole sono quasi sempre in materiale plastico o di alluminio. Quelle in materiale plastico sono le più utilizzate. Sono molto robuste, costano un po’ meno e a mio avviso sono più idonee per la tipologia di neve delle nostre montagne (umida e compatta).

Quelle in alluminio vanno bene per neve molto polverosa e asciutta (tipica del Canada).

77df689aeb-canadesi.png


Per le caratteristiche della nostra neve le sconsiglio vivamente. Sono ingombranti, molte volte hanno solo il rampone anteriore, hanno poca tenuta….beh avete capito la mia opinione.


Quando si parla di ciaspolare la parola magica collegata è GALLEGGIAMENTO…servono infatti a non sprofondare nella neve. Più peso.. più si va a fondo. Tenete quindi conto anche del peso della ciaspola stessa. Una buona ciaspola non dovrebbe pesare troppo… attorno ai 2 kg VA BENE.

Ritornando al galleggiamento ricordatevi che è legato alle dimensioni delle racchette da neve. Chiedete sempre a un commesso esperto e non comprate on line. Solitamente le ciaspole sono divise per range di peso della persona che deve utilizzarle: da 40 a 80 kg solitamente sono indicate per le donne e dai 50 ai 120 kg principalmente per gli uomini.

Quando le scegliete ricordatevi che dovete tener conto del vostro peso sommato al peso medio del vostro zaino riempito (dai 5 ai 10 kg in media).

LA SCELTA DELLA FORMA

Esistono vari modelli. Per quanto riguarda la forma, ne puoi trovare di più corte o più lunghe, più larghe o più strette, più curve o più piatte ecc.

dccf293544-screenshot20211206-071844chrome.jpg00a3e960c8-screenshot20211206-071916chrome.jpg60b1214fa3-screenshot20211206-071709google.jpg

La forma determina in parte la capacità di galleggiamento: più superficie hai a contatto con la neve e maggiore di conseguenza sarà la capacità di non sprofondare.

Le forme principali sono a clessidra o a goccia d’acqua. Sono le forme migliori per non camminare con le gambe larghe.

Una ciaspola inoltre è sempre meglio che abbia la punta un po’ arcuata per facilitare la progressione

HANNO I RAMPONI LE CIASPOLE?

Si… e tornano molto utili in varie circostanze. Un tratto ghiacciato si trova sempre e avere un po’ di grip in salita e in discesa è molto utile. Rampone in molti casi= sicurezza.


ae610998a6-rampone-ant.jpg

Verifica che le tue nuove ciaspole abbiamo 3 sistemi di ramponaggio:

Punta: rampone con 3 o 4 punte posizionato nella parte frontale dell'attacco. E' molto utile in salita.

Pianta della ciaspola: dovrebbe essere sempre presente una serie di ramponcini o punte metalliche. Servono a migliorare la stabilità durante la camminata.

Laterali: non trascurate questo dettaglio. Averli nel profilo laterale della racchetta è molto utile per fornire una buona presa nei pendii inclinati o in contropendenza.

9cffd86d4b-rampone-laterale.jpg


Calcolate chele ciaspole più professionali e performanti presentano dei “coltelli “installati verso i lati del telaio. Garantiscono una presa davvero importante anche sui terreni più difficili.

I coltelli normalmente sono direttamente stampati sul telaio se in plastica o avvitati sotto se prodotti in acciaio.

2e277c52cd-screenshot20211206-071734chrome.jpg

In questo secondo caso possono essere anche sostituiti se consumati.

ALZATACCO

Utilissimo per non affaticare i muscoli della gamba e in particolare quelli del polpaccio. Usarlo in salita permette di mantenere il piede in una posizione più orizzontale. Non va utilizzato su tratti pianeggianti e in discesa.

7b32521e26-alzatacco.jpg

Il bloccattacco invece serve solo per tenere la ciaspola chiusa quando le attaccate allo zaino o quando vi trovate a superare qualche ostacolo. Alcune persone lo usano anche per le discese più ripide. Su questo utilizzo non concordo pienamente. I miei dubbi vengono confermati in quanto questo strumento non viene inserito nelle ciaspole più performanti.

ATTACCHI

Gli attacchi delle ciaspole hanno generalmente un range di utilizzo molto ampio. L’importante è che si adattino alla taglia del tuo piede. Ormai quasi tutti gli attacchi sono a scatto.La regolazione è molto semplice e ti basterà farla al primo utilizzo. Fai la prima regolamentazione a casa per non perdere tempo. Il tuo scarpone deve essere stabile e bello fermo tra l’attacco posteriore e anteriore.

5931b6266c-attacco.jpg

CHIUSURE

A cosa servono? A fissare le racchette ai piedi senza perderle. Troverete quasi sempre una chiusura sulla parte anteriore per bloccare la punta dello scarpone e una seconda posteriore per bloccare il collo del piede.

Consiglio di puntare su quelle a cricchetto (simili a quelle che trovate negli scarponi da sci alpino) e non a cinghia.

5b4dea6db5-crecchetto.jpg




Ultimamente per la parte anteriore ci sono le chiusure a Boa…comodissime. Riprende la tecnologia delle scarpe da ciclismo.

1eeac05a09-boa.jpg

Le chiusure delle ciaspole, ti aiutano inoltre a capire quale va messa sul piede sinistro e quale su quello destro.

Infatti devono essere sempre rivolte verso l’esterno del piede


Se ti piace fare escursioni in compagnia, proporre uscite e scoprire il territorio ti aspettiamo nella community di Blawalk. Per farne parte basta iscriversi tramite al sito www.blawalk.it o scaricare l'app Blawalk.


Lorenzo Colavizza - Founder Blawalk - Guida escursionistica

17fdfac68b-app-blawalk-4

    Nessun risultato trovato

Lascia un commento